Obiettivo del nostro studio è quello di integrare le nostre competenze per poter offrire servizi differenziati che rispondano in modo dinamico e sinergico alle esigenze e al bisogno del singolo individuo o nucleo familiare che chiede il nostro aiuto.

Ogni servizio che offriamo non viene rigidamente calato dall’alto, ma co-costruito attraverso un processo di collaborazione e reciproca conoscenza, che ci permette di cogliere, e accogliere, le specificità e l’unicità delle singole situazioni e vicende familiari e personali. 

Ogni tipologia di intervento ha delle caratteristiche e specificità che assumono forme e modi diversi in base alla fase del ciclo di vita attraversata.

SERVIZI

Il sostegno psicologico può rappresentare un valido aiuto in tutte quelle situazioni di difficoltà o di crisi che tutti quanti possiamo attraversare, e che possono causare disagio e sofferenza tali da interferire con le proprie attività quotidiane (a scuola, sul lavoro, in famiglia o nelle relazioni interpersonali) e incidere sulla qualità della nostra vita.

L’intervento si differenzia nelle diverse fasi di vita (infanzia, adolescenza, età adulta)

Con l’acronimo DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) si intende una categoria diagnostica, che riguarda i disturbi specifici delle abilità scolastiche, ossia Dislessia, Disortografia, Disgrafia e Discalculia.
Come intervenire dopo un diagnosi di DSA?

Le difficoltà scolastiche incontrate dagli studenti possono essere eterogenee e spesso sono conseguenza di una molteplicità di fattori, sia individuali che contestuali. Comprendere la natura della difficoltà incontrata è fondamentale per intervenire tempestivamente e nella modalità più opportuna attuando, ove possibile, un lavoro sinergico con la realtà scolastica.

Il sostegno genitoriale mira a promuovere il benessere del genitore, sostenendone le risorse sia educative che affettive. La richiesta di supporto genitoriale può derivare da una difficoltà specifica del genitore o inserirsi nel più ampio lavoro clinico con i bambini e gli adolescenti in crisi, diventando partner imprescindibili di un gruppo di lavoro.

La valutazione psicodiagnostica è un processo di conoscenza e comprensione che, mediante l’uso di test, ha come obiettivo quello di identificare e comprendere la problematica riportata o la sintomatologia espressa dall’individuo. 

La finalità ultima di questo percorso è esplorare la natura e l’entità delle difficoltà presentate, al fine di promuovere il benessere del bambino o dell’adolescente attraverso l’individuazione dell’intervento più adatto.

 

Il sostegno educativo può rappresentare una risorsa importante per i minori (ma non solo) e le famiglie in difficoltà.

L’intervento educativo viene effettuato da un educatore professionale che collabora con l’equipe di lavoro. Il lavoro prevede una breve fase iniziale di conoscenza e osservazione, necessaria per definire insieme le finalità. Obiettivi del lavoro educativo possono ad esempio essere: contrastare l’abbandono scolastico e il ritiro sociale promuovendo la socializzazione, rinforzare le competenze e le risorse, orientamento professionale e lavorativo ecc.

Clicca qui per saperne di più.